Alain Prost, controverso pilota di F1- #noileggiamo

 
Il Professore dalla F1

Alain Prost, stratega e calcolatore. Per tutti, “il Professore”. Duro fu il duello con Senna: intensissimo, aspro, gravoso. Ma è anche l’elemento che in qualche modo diede spessore al suo curriculum.

Alain Prost era un driver meticoloso che non tralasciava nessun dettaglio. Anche i guanti che voleva avessero un determinato e preciso grado di usura per una migliore presa sul volante.

Il francese viene scelto da Maranello come l’uomo giusto per riportare il Cavallino al titolo mondiale, che mancava dal 1979.

Dopo una stagione 1990 in cui il titolo viene perso per un soffio, il 1991 è un calvario. La nuova monoposto (la 642 F1) è solo l’ombra della vincente 640 dell’anno precedente.

Ad Alain Prost viene un esaurimento nervoso a causa della poca competitività e delle continue rotture. Una tensione  palpabile che scoppia dopo il Gp del Giappone, in cui Alain Prost definisce la sua monoposto un

“Camion orribile da guidare”

(a causa di problemi elettronici che non facevano funzionare bene sterzo e sospensioni).

Era troppo e i vertici Ferrari lo licenziarono in tronco. Probabilmente lo stesso Alain Prost fu felice di tale scelta e dopo un 1992 trascorso a riposare nella suggestiva campagna francese, ritornò nel 1993 al volante della Williams – Renault e vinse il titolo.

Intanto la Ferrari, purtroppo, era rimasta ancora un camion. Ma questa è un’altra storia!

Se stai cercando un’auto a noleggio ma non sai qual è la soluzione giusta per te, richiedici una consulenza. Siamo esperti del settore, pronti a guidarti tra le informazioni giuste. Quelle chiare e semplici.
Parla dei tuoi dubbi con noi, visita il sito www.galdierirent.it