Vincenzo De Luca, testimonial inconsapevole o “consapevole”?

In #Galdierirentracconta di admin
Quando nel mondo echeggia il “modello De Luca”

“Ascolta America, ascolta” scriveva la top model Naomi Campbell, riproponendo sul suo profilo Instagram uno stralcio di video con il nostro Presidente Vincenzo De Luca.

“Sento parlare di feste di laurea. Mandiamo i carabinieri. Con i lanciafiamme”.

Concetto che Naomi Campbell pareva gradire proprio in tempi di crisi da pandemia, criticando i suoi amati Usa di non aver saputo gestire la crisi sanitaria.

Se a Vincenzo De Luca è stato attribuito l’aggettivo “lo sceriffo” non è un caso.

Eterno sindaco di Salerno, attualmente Governatore della Campania, negli ultimi mesi è tornato prepotentemente alla ribalta.

Vincenzo De Luca lo sceriffo, durante queste settimane di quarantena, è tornato tra una manciata di battute sarcastiche e quella sua irresistibile prosopopea linguistica, costellata di termini obsoleti ed esagerati.

Ascesa di uno showman

Sui social le sue conferenze stampa sono più attese di quelle di Giuseppe Conte. Vincenzo De Luca è un vero e proprio showman.

Dietro la sua comunicazione politica colorita e arricchita, talvolta, da termini e cadenze dialettali, si nasconde lo “sceriffo” pronto a bacchettare chiunque, anche il Governo stesso.

I suoi racconti, infatti, mescolano continuamente una comunicazione istituzionale e uno show/cabaret  in piena regola, tutto condito con tanto sarcasmo.

Ed è così che sono diventate famose le sue espressioni: “lanciafiamme contro le feste di laurea” o la più nota dichiarazione:

 “Non la metto io per non pregiudicare in maniera definitiva quel poco di estetica che le ingiurie del tempo mi hanno lasciato, ma se ve la mettete le vostre orecchie usciranno da queste fessure e avrete la faccia di Bunny il coniglietto”.

Senza mezzi termini, ogni venerdì compare sulla sua pagina Facebook. Riconoscibile seriosa espressione in primo piano, i fedelissimi fogli bianchi densi dei suoi incredibili discorsi e un bicchiere d’acqua alla sua destra.

Testimonial inconsapevole

Il suo modo di comunicare supera i confini del verosimile e serpeggia tra i flussi di una narrazione social politica e social vera e propria.

Rimbalzando tra profili e pagine Facebook nelle forme più disparate, dai meme ai video, dai fotomontaggi ai fumetti, fino a diventare testimonial inconsapevole in un divertentissimo spot di Galdieri Rent

Un misterioso cliente arriva in azienda e si accomoda alla scrivania del bizzarro consulente Tony Figo. Lo spot non mostra il suo viso, ma la gestualità, il tono di voce e le espressioni parlano chiaro: è Vincenzo De Luca.

Il “cliente” ha un’esigenza molto chiara: noleggiare un’auto, ma non una qualunque. Serve un optional necessario: il famoso lanciafiamme. E tra le sue espressioni tipiche echeggiano le ramanzine al consulente disattento!

Dietro la spinta ironica del Governatore e gli effetti collaterali di ogni suo intervento, c’è un impegno potente nel contrastare il Covid-19. Vincenzo De Luca ci sta facendo capire, da mesi ormai, che la nostra amata Campania non può più permettersi di abbassare la guardia.

Per scoprire invece se la richiesta del Presidente sarà esaudita, non resta che guardare lo spot!

www.galdierirent.it 

Condividi su: