Fiat Uno Turbo, bomba ad orologeria- #galdierirentracconta

In #Galdierirentracconta di admin

 

Negli anni Ottanta vigeva la moda delle hot hatch, auto compatte derivate da normali utilitarie dotate di motori vitaminizzati con turbo e in alcuni casi, testate plurivalvole.

I francesi la fanno da padrone con la Renault Supercinque GT Turbo e la Peugeot 205 GTI. La Fiat ha appena presentato la Uno e Vittorio Ghidella vuole dimostrare che anche a Torino sanno fare auto da veri duri.

I tecnici del Lingotto partono dalla pacata Uno 70, dotata di motore di 1301 cc, che viene potenziato mediante un turbocompressore IHI VL2.

L’alimentazione è affidata ad un sofisticato sistema di iniezione elettronica Bosch, con accensione elettronica Magneti Marelli Microplex MED. Così  pompata la Uno raggiunge i 200 km/h e copre lo 0-100 in soli 9 secondi. Completano il quadro un bellissimo kit estetico con cerchi Abarth e interni dal tono molto corsaiolo. 

In Fiat non si sforzano molto sul comparto sterzo e sospensioni, che rimangono molto simili a quello delle normali Uno 45, 60 e 70, rendendo la compatta torinese davvero difficile da condurre al limite. Il sottosterzo sempre presente, il motore che la fa sgommare anche in scalata e la leggerezza (845 kg)  hanno fatto non poche vittime tra i meno esperti. Quelli fortunati sono finiti contro un albero mentre alcuni, purtroppo, non sono più tra noi.

Non è che le auto della concorrenza fossero più sicure ma, la Uno era la più rabbiosa e pericolosa. Un’auto da maneggiare con cura, un po’ come una bomba a mano.  Auto del genere, oggi, non ne costruiscono più, ed è un peccato perché ogni appassionato meriterebbe, almeno una volta nella vita, una Uno Turbo I.E.

Ti è piaciuto questo aneddoto?

Se vuoi avere maggiori informazioni sulla formula del noleggio lungo termine visita il nostro sito web www.galdierirent.it 

Contattaci o visita i nostri profili social!

Facebookhttps://www.facebook.com/galdierirent/

Instagramhttps://www.instagram.com/galdieri_rent/

Condividi su: