Le Frecce D’Argento: la nascita di un mito- #galdierirentracconta

In #Galdierirentracconta di admin
Ogni auto sportiva ha il suo colore d’elezione.

La Ferrari ha il rosso, Jaguar e Lotus il british racing green, e la Mercedes il grigio argentoQuesta scelta non fu casuale.

Siamo nel 1934 al gran premio di Germania che si correva sul velocissimo circuito dell’Avus e Mercedes deve vedersela con avversari del calibro di Alfa Romeo e Bugatti, esperti costruttori di auto da corsa.

Le auto tedesche hanno dalla loro parte la forza di un motore molto potente ma tutta questa potenza pesa, per la precisione 750 kg in più di quanto ammesso dal regolamento.

Rischiano di essere squalificate ma Alfred Neubauer, direttore sportivo del team Mercedes Benz trova un ingegnosa soluzione.

Durante la notte fa rimuovere la vernice dalle monoposto riuscendo cosi a togliere quei 750 kg che sarebbero significati l’esclusione dalla gara di casa a cui la direzione di Stoccarda teneva molto.

Le vetture si presentarono sulla linea di partenza solo con il telaio grezzo (grigio, colore del metallo e dell’alluminio usato per allestirle) e vinsero in maniera schiacciante.

Da quel giorno tutte le Mercedes da corsa sfoggiarono con orgoglio il colore argento.

Nacque la leggenda delle frecce d’argento che ancora oggi continua con le attuali Mercedes di Formula 1 che sono appunto, con il placet degli sponsor, argentee.

Se una Ferrari o una Alfa Romeo deve essere di qualsiasi colore, purché sia rossa, una Mercedes deve essere color argento.

Vorresti avere maggiori informazioni sul noleggio auto lungo termine?

Visita il nostro sito www.galdierirent.it 

 

Condividi su: