“A Day In The Life”: un incidente che ispirò una canzone- #galdierirentracconta

In #Galdierirentracconta di admin

 

La sfortunata storia di Tara.

Tara Browne è uomo molto fortunato. Erede diretto della dinastia Guiness, noti produttori di birra, esponente della camera dei lord, dotato di grande fascino.

Sir Browne è uno dei principali animatori della swinging London, conosce praticamente tutti da Brian Jones dei Rolling Stones ai Beatles. Il giovane miliardario oltre ad amare i vestiti eleganti e le modelle ha il pallino della velocità.

Nel novembre del 1965  si regala una Cobra, che sarà personalizzata dall’artista Dudley Edwards, esponente di spicco della Pop Art londinese.

Oltre alla potente Cobra Tara possiede una più tranquilla Lotus Elan, che guida tutti i giorni. Tutti sanno che Mr Tara Browne aveva il piede pesante, anche in città.

Il ragazzo aveva un’alta considerazione delle sua abilità di pilota e un giorno del 1966, per impressionare la bella modella Suki Porter con la sua Lotus, ignora un semaforo e si scontra con un furgone parcheggiato perdendo la vita.

L’avvenente Miss Porter riporta gravi traumi ma riesce a salvarsi. Alcuni giorni dopo John Lennon apprende la notizia dal Daily Mail e riflettendo sulla caducità della vita, dominata totalmente dal “caso”, compone la magica “A Day In The Life” contenuta nell’album del 1967 “Sgt Pepper’s Lonely Hearts Club Band”.

“La vita è ciò che ti accade mentre stai facendo altro”, diceva il buon Lennon e nel caso di Tara Browne, che mentre si divertiva un po’ con la sua Lotus ha incontrato la morte,  il detto calza davvero a pennello.

Una storia triste dalla quale però è nato un capolavoro che dimostra ancora una volta quanto sia importante per un artista l’influenza delle vicende quotidiane sul flusso creativo.

Sulla morte di Tara Browne i giornali scandalistici inglesi hanno scritto cose che rasentano la follia arrivando a presupporre che in auto con il nobile londinese non ci fosse Suky Porter ma Paul McCartney che, avrebbe avuto la peggio nell’incidente.

Morto Paul, Tara Browne avrebbe preso il suo posto. Illazioni assurde che però hanno alimentato la leggenda di un uomo oggi ricordato come il “James Dean londinese”.

Se sei interessato al  noleggio a lungo termine non perdere le nostre offerte!

Seguici sui canali social:

Facebookhttps://www.facebook.com/galdierirent/

Instagramhttps://www.instagram.com/galdieri_rent/

 

Condividi su: