L’automobile dei lavoratori – #galdierirentracconta

In #Galdierirentracconta di admin
L’automobile degli italiani

Fin da subito, l’automobile ha provocato una rivoluzione dello stile di vita delle persone introducendo il trasporto su gomma e sostituendo definitivamente carri e cavalli.
La prima automobile per le masse è stata la Ford modello T, proposta ad un prezzo estremamente concorrenziale.
Con la Ford modello T ci fu il boom delle automobili prima negli USA, successivamente in Gran Bretagna ed infine, in Francia e in Germania.

L'automobile dei lavoratori

L’automobile dei lavoratori


In Italia l’evoluzione dell’automobile arrivò più tardi, proprio negli anni del boom economico e si sviluppò in maniera veloce e disordinata.
Negli anni ’60, quindi, si assistette alla totale motorizzazione della popolazione ma le strade del nostro Paese non erano pronte per accogliere elevati di numeri di automezzi e i risultati furono grotteschi.
Nacque, così, il mito dell’ingorgo “Made in Italy”.


Le nostre città si trasformarono in un’arena dove i moderni gladiatori erano gli uomini che, ogni mattina, si sfidavano per arrivare per primi a lavoro.
Le automobili diffuse erano per la maggior parte a marchio #FIAT, che proprio, negli anni ‘60, assicurava il suo monopolio sul mercato italiano.


Cominciò a diffondersi il fenomeno delle vetture personalizzate con marmitte Abarth e strisce decorative che rendevano anche la più austera delle FIAT 1100 una piccola fuoriserie.


Un traffico caotico ma gioioso che esprimeva tutta la voglia di vivere di un Paese che si stava riprendendo dalla guerra e si avviava a diventare una potenza mondiale.


Il boom degli anni ‘60 rimarrà un periodo unico, in cui la realizzazione di ogni sogno, piccolo o grande, sembrava possibile.
L’età dell’oro per il nostro bel Paese.

Se sei interessato al noleggio a lungo termine non perdere le nostre offerte.

Seguici sui canali social:

Facebookhttps://www.facebook.com/galdierirent/

Instagramhttps://www.instagram.com/galdieri_rent/

Condividi su: